Posizionamento e qualità dell’offerta sono elementi essenziali per tutti gli operatori nazionali che oggi offrono servizi Cloud alle imprese italiane. E questo senza trascurare l’aspetto della tecnologia e della relazione con i fornitori di soluzioni.
Richieste e considerazioni emerse nel recente incontro organizzato da Office Automation; intervista ad Antonio Giannetto, CTO REEVO

agQuando si parla dei servizi cloud prima di tutto bisogna precisare che molte volte si confonde il concetto di qualità con quello di performance. La nostra strategia prevede di cercare prima di tutto di tradurre il concetto di qualità in affidabilità, disponibilità di servizio e integrazione con quanto già effettivamente presente nelle infrastrutture dei clienti proponendo una modalità sostanzialmente ibrida, che comprende una serie di servizi pacchettizzati e subito fruibili, e nel contempo dare la possibilità di integrarsi con gli ambienti esistenti in modo semplice ed efficace; Il tutto innescando quei meccanismi dettati sia dalle persone così come dalle tecnologie e che di fatto facilitano l’adozione di queste ultime nel modo migliore possibile. In tal senso il vendor con cui ci rapportiamo può sicuramente portare quel valore aggiunto che ognuno si aspetta sempre in modo intrinseco quando effettua un acquisto. Ma non solo.

Andando più nel dettaglio dei processi che coinvolgono l’adozione di un servizio di cloud computing, credo che l’integrazione tra persone, processi e tecnologie rappresenti il vero punto focale per la qualità di un cloud service provider.

Reevo stringe relazioni con altri vendor come allaiance partner, creando una estensione della ricerca e sviluppo del cloud service provider e, a volte, valutando insieme anche quella che sarà la roadmap implementativa aiutandolo a prendere decisioni strategiche nella definizione dei servizi e nella loro evoluzione generale e puntuale, permettendo con efficacia una focalizzazione delle proprie attività core. Il cliente deve dal canto suo percepire l’efficienza di quanto scaturito da questa vera e propria partnership per farla sua e ottenere i risultati migliori.

Le best practice più importanti secondo noi sono da ricondursi al tema dell’innovazione, in tutti i suoi diversi aspetti. Noi cerchiamo in tal senso di dare forma al nostro interno dei team dedicati e focalizzati sui vari mercati, dimensioni e tipologie di clienti per studiare approfonditamente le soluzioni e i servizi migliori che possono essere a loro destinati.

Inoltre, applicando le metodologie Lean e ITIL, misuriamo l’efficacia di quanto viene offerto con i vari servizi erogati nella nuvola in modo tale da riuscire a cambiarlo e adattarlo, misurando ogni aspetto oltre gli SLA concordati in un modello che si dimostri costante in termini di innovazione assoluta su tutti i vari aspetti delle procedure di cloud computing.

FONTE: Office Automation
LEGGI ARTICOLO INTEGRALE